aspettative – della vita vissuta #13

– Sai, quel libro che mi hai regalato…
– Sì?
– Mi ha davvero tenuto col fiato sospeso.
– Non abbastanza a lungo quanto avrei voluto, vedo.

Annunci

dimenticanze – della vita vissuta #12

In treno, siamo in due in uno scompartimento.
Squilla il telefono dell’altro.
Risponde.

– Pronto amò.
– …
– Sì amò.
– …
– No tesò
– …
– Va bene amò
– …
– Sì, sì, non te preoccupà tesò
– …
– Ce penso io amò
– …
– Cià tesò cià.

Chiude la conversazione.
Mi guarda e dice:

– Aò, nun me ricordo mai come cazzo se chiama.